Death Note le 5 differenze più significative

Di Death Note di Adam Wingard se ne è parlato molto. Un teen movie di serie b riuscito male. Adesso illustriamo 5 grandi differenze rispetto all’originale.

Death Note1)Ryuk non è neutrale

Anzi! Nel film sembra proprio che tenga ad essere parte attiva del gioco, collaborando con Misa o Mia(?) attivamente affinché il gioco continui. Questo non è certamente il Ryuk del manga, anche se ne ricorda le fattezze. Il vero Ryuk non interviene mai, il tutto è un espediente macabro per uscire dalla condizione di perenne noia che assale uno shinigami. Il diario è lanciato a caso, così come a caso è stato scelto Light

2)Light non è un genio

E nemmeno ci si avvicina ad esserlo. Pensate al vostro compagno di classe con la media del 7-8 a cui chiedere aiuto per un compito, ecco! quello è il Light di questo film. In Death Note Light non è solo un figlio modello, ma un genio, sia scolasticamente, sia dal punto di vista sportivo, sia come inteligenza relazionale e inoltre ha tantissime altre qualità che lo rendono il miglior studente del Giappone o comunque del mondo.

3)Misa non ama Light

O comunque pur amandalo, senza precisi motivi, lo mette in guai grossi. Il grande problema della sceneggiatura di questo film è che la gente fa le cose a cose, seguendo rigidamente il copione che trasuda non-sense da tutte le parti.

4)Soichiro Yagami

Soichiro Yagami non c’entra nulla con quello della serie originale. In Death Note è un’ottimo agente di polizia con gradi alti ed estramamente efficiente. E’ inoltre un ottimo padre di famiglia e fino all’ultimo collaborerà con L. Qui diventa un “perdente” che ha perso la moglie e passa i suoi giorni a litigare col figlio che lo accusa di non aver fatto nulla.

5)L è ingiustamente ritenuto il miglior detective al mondo

Questo è il peggiore difetto della sceneggiatura. L è messo a capo di tutte le forze di intelligence mondiale senza motivo, solo perché il plot comanda così. Non è il personaggio iper razionale, scaltro, inteligente, freddo, apatico e che non perde mai la ragione. Ricordate quando Light spiega a Near che L avrebbe provato ogni indizio che lui aveva raccolto? L del film è totalmente incoerente col suo ruolo, perde a caso Watari senza nemmeno pensare all’eventualità, fa pedinare Light ma non le sue conoscenze, anche dopo che scopre chi è la sua ragazza, esce fuori di testa quando muore Watari, si mette disperato all’inseguimento di Light… no basta non ce la faccio. Quel tizio non è L, è un detective di quelli scarsi messo a capo dell’operazione perché richiesto dalla sceneggiatura da 4 soldi stilata.

Intervista a Katsuyuki Sumisawa, sceneggiatore di Gundam Wing

Per rimanere informati su tutte le notizie riguanti il mondo di Anime e Manga potete lasciare un mi piace alla nostra pagina facebook.

Liste, News Anime e Manga

Informazioni su palermomanga

Ragazzino di 23 anni che si sta laureando. Al momento passa le giornate a leggere manga, guardare anime e giocare ai videogiochi. Tra le sue opere preferite rientrano: Harlem Beat, Death Note, Full metal alchemist, One Piece, Maison Ikkoku. Al momento sta cominciando My hero Academia e Rinne. Si diletta a cercare e pubblicare news sul mondo degli Anime e Manga.

Precedente I nuovi orsacchiotti di HAIKYU!!! Successivo The Last Jedi vs L’Impero Colpisce Ancora?

Lascia un commento

*